Scritto

  • il 02.02.2012
  • alle 02:52 PM
  • da admin

Figli condivisi 0

“Trasforma il tuo fucile in un gesto più civile” Litfiba

L’affidamento condiviso introdotto con la legge n. 54/2006, nonostante sia ormai “la regola”, è difficile da applicare in concreto. Non basta infatti “spartirsi” i figli sulla carta, ma è necessario accettare la condivisione di scelte, di spazi e di tempi nel loro interesse.Appare difficile  parlare di condivisione ove si presentano situazioni altamente conflittuali, ma il concetto di fondo è che se ex coniugi si diventa, genitori si rimane.

sottoscrivi i commenti via RSS

Non ci sono commenti per questo articolo

Inviaci un tuo commento

* sono campi richiesti

AVVERTENZA: i contenuti di questo sito si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato. L'autrice declina ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute.

Sito creato con WordPress e FREEmium Theme, sviluppato da Verdana.
I miei Blog: La Mediazione Familiare | Problemi di Coppia | Tutela del Minore | Violenza sulle Donne